Image Cross Fader Redux caffé col cioccolato

lunedì 2 marzo 2015

paté di spinaci e feta



E' andata così. 
A novembre partecipo ad un contest; ormai tendo a evitarli come la peste... ma questa volta mi sono lasciata tentare dalla simpatia di quattro scugnizze (non v'offendete, vero? E' detto con affetto :)) : Luna, Marzia, Federica e Terry
In sintesi questa gara comprendeva le quattro sezioni di un pasto ed io... ho vinto, inaspettatamente, per la categoria antipasti. Cos'ho vinto? Per prima cosa un libro, che aspetto ancora adesso e mi domando quando arriverà... (no, scherzo! So per certo che sta per arrivarmi!!! Quanto sono curiosa da 1 a 10? 150!), ma anche... un giro di giostra, e di notorietà, all'interno del loro "gioco a 4" intitolato Stagioniamo. In pratica si tratta di preparare, a turno, una portata con un ingrediente di stagione. Per marzo la preparazione dell'antipasto è toccata a me e la verdura prescelta: spinaci.
E qui vengo alle dolenti note.
Presa da altri pensieri,  m'ero completamente dimenticata di dover fare questa ricetta. Quando mi è stato ricordato, un paio di giorni fa ... panico totale! Cosa cucino? Sì, ricette con gli spinaci ce ne sono tante, ma scarta questo perché troppo banale, scarta quello perché non è nelle mie corde, alla fine sono andata sul sicuro: un paté di spinaci. 
Ecco, sì, tutto bene, se non fosse che avevo vinto quel contest proprio con un'altra "cremina", a base di spinaci. Insomma, questo fa capire quanto ami le cremine rigorosamente autoprodotte, da spalmare su pane bruschettato, no? 
Quando me ne sono accorta ho fatto un salto sulla sedia, ma ormai la ricetta era pronta, fatta, fotografata, mangiata e non c'era più tempo per correre ai ripari. 
Ecco, sì, ora che ci penso potrei dire di averlo fatto apposta: quello era un hummus a base di ceci, quindi vegano, questo paté, invece, contiene feta, quindi "solo" vegetariano. 
Problema risolto, tiro un sospiro di sollievo. E chi vuole la versione vegana di questa ricetta non dovrà far altro che andare qui
Se cliccate sul logo potrete scoprire le altre ricette, suddivise per mese, delle nostre "magnifiche 4"! Intanto...vi lascio la mia che questo mese sostituisce quella di Marzia.

domenica 1 marzo 2015

Nine!

Esiste un paradosso, una piccola, semplice domanda a cui, da millenni, filosofi e grandi pensatori cercano invano di dare risposta: è nato prima l'uovo o la gallina?.
La primavera sta arrivando a grandi passi e con essa il risveglio della natura; le gemme sono pronte ad aprirsi, i fiori sbocciano.
Noi di Threef abbiamo cercato di dare risposta all'annoso dilemma, ed ecco... abbiamo risposto "l'uovo", che, guarda caso (ma sarà davvero un caso?!?), è proprio simbolo di vita e rinascita. 
Così, avete ormai capito chi sarà l'indiscusso protagonista del nostro "n 9". 
Uova in preparazioni dolci e salate, uova di quaglia e di gallina, uova sode e in cocotte... uova, uova, uova.
Mentre mi accingo, dopo tanto tempo di assenza, a tornare a lavorare a questo mio blog, vi lascio a questo numero: sfogliatelo, godetevelo... covatelo
Un grazie, come sempre, a tutti coloro (e sono tanti!) che hanno lavorato per Threef, a volte in condizioni davvero disagiate, ed un saluto di benvenuto alle nuove collaboratrici. 
Intanto eccolo; se il nostro è stato un buon lavoro lo deciderete voi lettori :)

http://issuu.com/redazionethreef/docs/threef_n9
    
    

martedì 16 dicembre 2014

Branda... cujun


... e dopo qualche settimana un po' concitata, per via del contest e non solo, si torna alla normalità.
So che nel periodo natalizio tutti vorrebbero trovare "sotto l'albero" dei blog una miriade di dolcini, ben confezionati, e so che vi darò una delusione. Pazienza, gira così... non ho molta voglia di dolcini burrosi, piuttosto di "sani" cibi salati.
Questo piatto, dal nome strano, almeno per alcuni di voi, è tipico del Ponente ligure. 
Quando lo faccio mi viene sempre in mente il tema musicale del film "Brancaleone alle crociate" di Monicelli ... ci sta bene, no? Suonerebbe un po' come: "Branda, Branda, Branda, cujun, cujun, cujun... (fischio) "bum!".
Ok, torno seria, anche se questa ricetta tanto "seria" non è. 
I protagonisiti del film (ops... piatto) sono essenzialmente tre: stoccafisso o baccalà (per me meglio quest'ultimo), patate e olio extravergine d'oliva, varietà taggiasca (e specifico, sì, perché, trattandosi di un piatto del Ponente ligure, anche l'olio dev'essere quello "doc"!). 
La trama è "confusa": pesce e patate, il tutto lessato, agitato in padella fino ad ottenere un insieme d'ingredienti sminuzzati e ben amalgamati, mantecati con olio. Confusa, la trama, anche perché non si sa esattamente da dove derivi il "titolo"; c'è chi dice che scuotendo fortemente la padella sul fuoco i marinai, a cui si deve questo piatto, scuotessero fortemente anche... beh, si capisce, no? - "brandare" significa scuotere, "cujun" penso che lo capisca tutt'Italia -, ma c'è anche chi sostiene che questo compito gravoso venisse assegnato solitamente al più trullino della compagnia (insomma... il coglioncello di turno), a cui si intimava un "agita, coglione!" 
Personalmente io preferisco la prima, ma vi dovevo anche la seconda a onor di cronaca.
Naturalmente oggi non si agita più un bel nulla, esistono gli schiacciapatate ed il baccalà può essere tranquillamente sminuzzato anche a mano, una volta lessato. 
Potete completare il piatto come volete (insomma... un finale "aperto"), con l'indispensabile, per me, trito di aglio e prezzemolo, pinoli e olive in salamoia, una spruzzatina di succo di limone. Difficile darvi le dosi; andate a "gusto"...
...e buona visione!

mercoledì 10 dicembre 2014

Sfumature in gara... The Winners!



Eccoci arrivati al fatidico giorno: oggi proclamiamo i vincitori del contest "Sfumature in... gara!".
Intanto lasciatemi ringraziare tutti coloro che hanno partecipato: Cinzia ed io non ci aspettavamo che avreste risposto così numerosi.
Siamo state "invase" da ricette colorate e la cosa ci ha fatto davvero un enorme piacere, tanto più che il tempo a disposizione per pensare, preparare, testare e postare la ricetta non era molto... noi (crudeli! ;)) vi avevamo concesso solo il mese di novembre. Ma l'idea era farvi ricevere i premi prima di Natale, in modo che poteste assaporarveli, gustarveli e magari trarre qualche spunto per i vostri pranzi e le mises en place.
Tante ricette, dunque, e davvero molti problemi nello scegliere il vincitore assoluto più i due "classificati" per ogni categoria. Avremmo voluto poter premiare qualcuno in più, perché alcune ricette erano veramente meritevoli, ma purtroppo il regolamento ce lo vietava... :( .
Finisco questo preambolo (so per certo che gli interessati l'avranno pure saltato passando direttamente al "nocciolo" della questione) ricordando i premi, davvero "ghiotti".
Per ognuna delle categorie i vincitori assoluti riceveranno il Cofanetto cartonato contenente i 4 volumi della serie "Sfumature di gusto" (bellissimo!), in più, sempre per ogni categoria, gli autori della ricetta più originale e della fotografia migliore riceveranno, ognuno, il volume corrispondente alla categoria per la quale hanno concorso.
Per quanto riguarda la selezione delle fotografie abbiamo coinvolto, e lui s'è prestato con gioia, l'amico Paolo Picciotto, professionista nella fotografia di Food, autore di libri e collaboratore di chef stellati... guardare la sua gallery è come fare un viaggio in un "altro mondo" :) . Grazie Paolo! 
Ed ora... rullo di tamburi... passiamo alla premiazione.
Auguri a tutti i vincitori; le vostre ricette sono una meraviglia!!!




Per la sezione "Verde" (antipasti e contorni di color verde):

Ricetta vincitrice: I Crostoni in salsa di barbe (ricetta di Franca del blog Cannella e gelsomino).
Una ricetta davvero verdissima, che ci ha colpito per la sua semplicità e la possibilità di replicarla nella "cucina di tutti i giorni". Una salsa dal sapore pieno, che ha in più il pregio di essere sostenibile; in un mondo dove sprecare è all'ordine del giorno ci è sembrata davvero una cosa meritevole. Brava Franca, in qualità di prima classificata vinci il cofanetto!


Premio per l' "originalità": Bocconcini verdi (ricetta di Valentina del blog A spasso per ingredienti...). Un piatto davvero originale; un "concerto d'autunno" proposto in versione finger che non mancherà di stupire i vostri ospiti! Complimenti Valentina, a te va il volume: Sfumature di gusto in verde

Premio per la migliore fotografia: Cavoletti di Bruxelles in salsa di soia (foto di consuelo del blog I biscotti della zia). Complimenti Consuelo, anche per te il volume Sfumature di gusto in verde



Per la sezione "Giallo" (primi piatti di color giallo/arancio):

Ricetta vincitrice: Le lasagne d'autunno con besciamella alla zucca mantovana e spezie (ricetta di Paprika e Cacao del blog L'Angolo delle ghiottonerie). Con queste lasagne Paprika e Cacao ci hanno donato un piatto ricco e magistralmente calibrato, ponendo particolare attenzione agli ingredienti utilizzati, alcuni dei quali di nicchia e meritevoli di valorizzazione. Tutto questo in perfetto stile "Sfumature". Paprika e Cacao si aggiudicano il cofanetto. Bravi!

Premio per l' "originalità": Crema gialla con affumicato di trota (ricetta di Antonella del blog Ma cuisine Royale). Questa crema ha conquistato entrambe al primo sguardo; Antonella ci ha donato un primo piatto decisamente colorato, dai sapori complessi ed unici. L'abbinamento trota affumicata-latte di cocco-curcuma ci ha trasportato virtualmente in quella cucina "fusion" che tanto amiamo. Antonella, complimenti; hai vinto il volume Sfumature in giallo!

Premio per la migliore fotografia:Tortelli di ricotta con burro alle acciughe profumati alla cannella (foto di Tiziana del blog Cucinando e assaggiando...). Una composizione fresca e luminosa, dove la pietanza nel piatto risalta ed è ben valorizzata. L'unica nota "tecnica" di Paolo è per la posizione delle posate, che consiglia di mettere un po' più staccate. Tiziana, anche per te il volume Sfumature di gusto in giallo. Bravissima!   

Per la sezione "Rosso" (secondi piatti in colore rosso/rosa/viola):

Ricetta vincitrice: Hamburger di carote viola e patate e chips di patate vitelotte (ricetta di Maria del blog Una pinguina in cucina). Una ricetta arrivata "sul fil di lana" alla quale ci sarebbe davvero spiaciuto rinunciare; un'interpretazione "in viola" assolutamente perfetta. "Pulita", lineare, squisita, anche, e non solo, nell'interpretazione fotografica; un chiaro esempio di come anche la cucina vegetariana ci possa davvero donare molto. Maria... vinci il cofanetto! Bravissima.

Premio per l' "originalità": Insalata di rape rosse, tofu e ribes (ricetta di Barbara del blog Carotina gourmet). Un piatto completo, da preparare in "un lampo", come sovente ci è richiesto dai ritmi frenetici che viviamo. Una fusione di sapori agro-dolci in un'interpretazione decisamente originale e... indiscutibilmente rossa! Barbara, a te i nostri complimenti :), ma soprattutto il volume Sfumature di gusto in rosso.

Premio per la migliore fotografia: Tonno tartare n. 2  (foto di Valentina del blog A spasso per ingredienti...). Immagine luminosa e con bei particolari in contrasto. Una curiosità del fotografo: perché capovolta? Valentina, anche a te i nostri complimenti e il volume Sfumature di gusto in rosso.  



Per la sezione "B/N - Marrone" (Dolci a tinte "neutre"):

Ricetta vincitrice: Torta sogno di Calabria (ricetta di Ale del blog Dolcemente inventando). Per questa torta, estremamente complessa, non possiamo che lasciare la parola a lei, l'autrice ed inventrice di questo dolce magnifico... non solo nei sapori, anche nell'aspetto! In questa torta solo eccellenze della mia Terra: il bergamotto, che in Italia cresce esclusivamente nella zona di Reggio Calabria, le mandorle, la liquirizia di Rossano ed il cedro della nostra Riviera; tutti prodotti di qualità superiore. Bellissima! Non poteva che vincere il primo premio. Quindi Ale... a te il cofanetto!

Premio per l' "originalità": Frolla al cacao e crema di datteri (ricetta di Dani del blog Euforia in cucina).  
Un dolce che, seppur nella "semplicità" della presentazione, riassume in sé diversi elementi caratterizzanti e di originalità che la trasformano in un dessert appagante e decisamente unico. Non abbiamo dubbi che concludere un pasto con questa crostata sarà un'esperienza unica! Brava Dani ;) , a te il libro Sfumature di gusto in Bianco e nero.

Premio per la migliore fotografia: Triple chocolate brownies brunch (foto di Anna Lisa e Fabio del blog Assaggi di viaggio). Nessun commento da parte di Paolo, stavolta. Bravissimo Fabio, anche a te il volume Sfumature di gusto in Bianco e Nero.



Carissimi vincitori, siete pregati di inviare il vostro indirizzo, al più presto, al mio contatto e-mail, oppure a quello di Cinzia. Ancora complimenti ai vincitori e a TUTTI i partecipanti :)