w

22 novembre 2010

piccole tentazioni di cioccolato ovvero...un petit cadeau de bienvenue


Dunque... eccomi finalmente al primo post. 
Per la verità non si tratta di una vera e propria ricetta, più un regalino, appunto, come recita il titolo, di benvenuto.
Per fare queste praline ho usato la tecnica del "temperaggio" col burro di cacao, molto più semplice di quello tradizionale, cosa che, soprattutto per le dosi minime di materia prima utilizzata, sarebbe stata un'impresa improba.
Il procedimento è descritto in diversi blog, uno fra tutti questo (dove trovate anche la descrizione del metodo tradizionale), ma ve lo sintetizzo:
in pratica si tratta di lasciar raffreddare il cioccolato fuso, io lo faccio a bagnomaria, fino a 34° ed incorporare una piccola quantità di burro di cacao, esattamente l'1%.
Se non disponete di un termometro ricordate che la nostra temperatura corporea è un po' superiore ai 34 gradi, pertanto il cioccolato risulterà freddo al tatto.
Questa prima ricetta la dedico, come un abbraccio, a due persone speciali, entrambe di nome Barbara. Ognuna di loro ne conosce la ragione. 
Ecco cosa ho utilizzato per ottenere 5-6 cioccolatini per tipo:
Gli ingredienti 
150 gr di cioccolato fondente
100 gr di cioccolato al latte
100 gr di cioccolato bianco
3 gr di burro di cacao (circa un cucchiaino e mezzo)
aromi a piacere
(io: 3 gocce di olio essenziale di menta - reperibile in erboristeria
      2 gocce di essenza di vaniglia - drogherie specializzate
      un cucchiaino di caffè solubile - per me: equo-solidale)
decorazioni a piacere
(io: 7/8 pistacchi spellati e tritati
      4/5 mandorle tagliate a filetti
      poca buccia d'arancia candita tritata
      una manciata di mirtilli rossi disidratati tritati)
Come ho fatto
-) Mentre foderavo con alluminio quattro contenitori dal diametro di 7-8 cm col bordo alto c.ca 1 cm (ho usato dei grossi tappi da marmellata della Bormioli, di necessità virtù), ho sciolto i tre tipi di cioccolato a bagnomaria. Una volta raggiunta la giusta temperatura, ad ognuno di essi ho aggiunto mezzo cucchiaino di burro di cacao, tritato, in modo che si sciogliesse più velocemente.

-) Ho versato un po' di fondente (in totale c.ca 50 gr) in due dei contenitori ed ho aromatizzato la restante parte col caffè liofilizzato.

-) Una terza base l'ho preparata con c.ca 25 gr di cioccolato bianco aromatizzato alla vaniglia.

-) Al rimanente cioccolato bianco ho mischiato i mirtilli
    ed ho versato il tutto su una delle basi al fondente. Una volta rassodato il composto, ho tagliato dei triangolini con uno stampino da biscotti.
      -) Sulla base bianca alla vaniglia ho aggiunto un piccolo strato di fondente ed ho finito con la metà del cioccolato al latte. Tre strati di pura bontà dalla forma di cerchietto.

      -) La seconda base al fondente è stata completata col rimanente cioccolato al latte aromatizzato alla menta.

      -) Le ultime praline, a goccia, sono fatte col solo fondente al caffè.

      Le guarnizioni le vedete: quelli tondi con le mandorle, a goccia con i pistacchi, a triangolo con un mirtillo rosso ed infine alla menta con buccia d'arancia candita.
      La sola avvertenza è di ritagliare i cioccolatini quando il composto è consistente ma non del tutto solidificato, altrimenti rischiate che vi si spezzino.
      Confesso che il tempo d'esecuzione è un po' lungo, in tutto mi ci sono volute più di due ore, ma volendo se ne possono fare solo uno o due tipi od usare un unico cioccolato con diverse aromatizzazioni.  
      Buon lavoro e a presto...

       

      2 commenti:

      1. Mia cara, ho fatto un giro per il blog e ho letto molte tue prelibatezze... sono ammiratissima!
        Da oggi tua fan!
        Ti seguirò con grandissimo piacere!
        una cortesia, ti dispiacerebe togliere prima o poi la verifica delle parole.... STRESSSS! :D :D

        RispondiElimina
      2. Cara Ginestra, non so come ringraziarti per le belle parole, beh, un modo c'è: ti ho tolto la verifica delle parole (era già lì in automatico, non sapevo bene neanche cosa significasse!). A presto, dunque. Ciao

        RispondiElimina