w

31 dicembre 2010

crema inglese


foto presa dal web
La crema inglese è un po' più complessa della pasticcera poiché deve leggermente ispessire senza l'aggiunta di addensanti quali farina, amidi ecc.. Per ottenere questo risultato bisogna pertanto fare ben attenzione alla temperatura di cottura, che non deve superare gli 85 gradi (viene chiamata "cottura alla rosa") pena "stracciatura" del tuorlo, che si rapprende formando fastidiosi grumetti. Naturalmente questa preparazione rimarrà comunque molto più liquida della crema pasticcera, non è quindi adatta ad essere utilizzata per farciture.
Tradizionalmente viene usata come base per un buon gelato casalingo (ma io uso la pasticcera), per la preparazione di dolci al cucchiaio o come completamento di desserts da servire a fine pasto (ottimo l'abbinamento con l'apple-crumble o con lo strudel).
Ed ora che vi siete un po' spaventati, ma anche senza termometro non è difficile farla, vi scrivo la ricetta.

Ingredienti:
2 tuorli
40 grammi di zucchero
200 grammi di latte
un baccello di vaniglia o scorza di limone

Esecuzione: 
mettete i semini di vaniglia o la scorzetta di limone (solo parte gialla) nel latte e portate a bollore; nel frattempo sbattete i tuorli con lo zucchero.

Quando il latte è caldo versatelo nel contenitore delle uova, amalgamate bene, riversate tutto nel pentolino dove avevate bollito il latte e rimettete a cuocere a fuoco lento sempre girando con un cucchiaio o una frusta a mano.

Se avete un termometro da cucina potrete aiutarvi con quello per calcolare la temperatura esatta (85°); nel caso non l'abbiate, dovrete basarvi sull'aspetto della crema che, quando pronta, velerà il cucchiaio (sollevando il cucchiaio col quale la state rimestando, dovrà rimanervi attaccato un sottile strato di crema).
State ben attenti che la crema non bolla! Se doveste passare il punto di cottura potrete tentare un recupero passando la preparazione attraverso un colino a trama fitta, a meno che non l'abbiate veramente cotta troppo, nel qual caso... non vi rimarrà che buttare via tutto e ricominciare da capo.

Nessun commento:

Posta un commento