w

05 gennaio 2011

fonduta al cioccolato



Dopo le feste, si sa, non si ha molta voglia di perdersi (ancora!) in elaborate preparazioni mangerecce, in particolar modo, almeno per me, dolci. Ma a volte i nostri desideri vanno a scontrarsi con necessità diverse ed ecco che ospiti inattesi, ma sempre graditi, ti bussano alla porta. Una pasta è sempre ben accetta, qualche salume, svariate verdure presenti nel frigo... e poi? Quale dolce preparare, che sia veloce e gustoso? La fonduta di cioccolato ci viene in aiuto. Gli ingredienti non sono elaborati, la si può preparare anche all'ultimo momento, è conviviale ed allegra e, da ultimo ma non per ultimo, ci consentirà di "smaltire" gli avanzi di dolci o di frutta secca, ultimi ricordi delle feste appena trascorse.

Ingredienti (per 4 persone golose):
80 grammi di zucchero
120 grammi d acqua
150 grammi di cioccolato
30 grammi di burro
100 ml di panna da montare
in aggiunta (a piacere):
frutta fresca (banane, pere, mele, mandarini, ananas, arance ecc)   
dolci lievitati (brioche, panettoni, pandori, colombe, torte non farcite ecc);
frutta secca (fichi, albicocche, datteri ecc) o disidratata
canditi

Esecuzione:
mettete in un casseruolino l'acqua con lo zucchero, portate ad ebollizione e calcolate 5 minuti; spegnete, lasciate intiepidire.

Spezzettate il cioccolato e versatelo nello sciroppo di zucchero insieme al burro. Amalgamate bene per sciogliere gli ingredienti; eventualmente rimettete pochi istanti sulla fiamma, tenendo il fuoco al minimo.

Quando il composto sarà liscio e senza grumi aggiungete la panna liquida (non montata).

Potete preparare la fonduta anche in anticipo (la mattina per la sera); in questo caso riscaldatela brevemente, a fuoco molto basso e mescolando, subito prima di servire.

Suggerimenti per la presentazione:
se avete il fornelletto apposito (il mio è di ghisa smaltata con interno antiaderente) versatevi la fonduta intiepidita ed accendete la candela che produrrà il calore ideale a mantenere la cioccolata fusa al punto giusto. Se, al contrario, non l'avete, usate, per scaldare la preparazione, una pentolina adatta ad essere portata in tavola (ad esempio di rame o smaltata). Nel caso vi vogliate gustare questo dolce voluttuoso con la dovuta calma, potrete sempre riscaldarlo leggermente ogni volta ci sia necessità.   
In teoria, a questo punto, tutti i commensali, muniti di forchettine, dovrebbero intingere frutta e dolci nel cioccolato. Io preferisco, per evitare che la fonduta si "sporchi", fornire ad ognuno una propria coppetta dove, singolarmente, ciascuno verserà man mano il cioccolato ed intingerà le piccole golosità che avrete predisposto.              

                     
   
                           
   

6 commenti:

  1. Spongebob Squarepants Spongebob Squarepants Spongebob Squarepants... turututututu' tutu'!!!

    RispondiElimina
  2. ... fai lo spiritoso ma scommetto che ti piacerebbe! eh? slurp slurp... buonissima

    RispondiElimina
  3. ciao Sponge, scusa, non avevo notato l'iscrizione! Sono contenta, a presto bacione smack

    RispondiElimina
  4. ciao Rosa... ora ho la famiglia (quasi) al completo! Grazie. Un bacio a te e consorte

    RispondiElimina
  5. Ciao Fausta e benvenuta tra i foodbloggers! Il nome del tuo blog comprende due cose che adoro e per questo mi piace molto! Ma mi piacciono anche le ricette che ho avuto modo di vedere per cui continua così!

    RispondiElimina