Passa ai contenuti principali

zelten trentino... o quasi

Perché quasi? Perché non so se sia proprio la ricetta originale del vero zelten, che mi pare più probabile debba essere realizzato col lievito di birra (caso mai, se qualche trentino volesse intervenire...), ad ogni buon conto, così l'ho trovata e così la riporto.  
A dir la verità è un dolce natalizio, ma poiché ho ancora dei rimasugli di frutta secca, in qualche modo devo utilizzarli, no? Aggiungo che è comunque un'ottima torta da colazione.
Questa volta ho sostituito il burro con l'olio (lo so che è una bestialità, ma io cerco di limitare almeno in parte il consumo di grassi animali e l'olio ligure è così delicato che il sapore della ricetta normalmente non ne risente) ma in questa preparazione, forse, è preferibile non farlo; per quanto anche così sia risultata molto morbida e gustosa, col burro la torta acquisterà ancora più sofficità. Come volevasi dimostrare.

Ingredienti:
240 grammi di farina
80 grammi di burro
120 grammi di zucchero
70 grammi di latte
2 uova
80 grammi di noci
80 grammi di fichi secchi
60 grammi di scorze d'arancia candite (qui la ricetta per farle da soli) 
40 grammi di uvetta sultanina
30 grammi di pinoli o mandorle
una bustina di lievito
2 bicchierini di rum

Esecuzione:
setacciate la farina col lievito. Ammollate l'uvetta; tritate grossolanamente le noci ed i pinoli (o mandorle) e riducete a pezzettini i fichi secchi e le scorze candite.

Scaldate il forno a 180°.

Montate il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Incorporate le uova, il latte e la farina col lievito.

Amalgamate bene, quindi aggiungete il liquore e tutta la frutta secca.

Versate in una tortiera rivestita di carta forno e cuocete per 45 minuti circa (fate sempre la prova-stecchino per verificare l'avvenuta cottura).

Commenti

  1. ho sentito che hai conosciuto il mio maggiordomo??
    hai mai visto julie&julia?
    .... di burro non c'è n'è mai troppo....

    RispondiElimina
  2. Ha una faccia deliziosa e pare di sentirne i profumi da qui... :) Buon giovedì..

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia! Questa fetta è una vera tentazione! Complimenti cara, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Che buono. Riuscito alla perfezione,peccato che non si possa prenderne una fetta.
    Un saluto e una buona giornata ,Fausta

    RispondiElimina
  5. ciao!!complimenti per il blog!!=) e che bontà che dev'essere questa torta...mamma mia sta fettona mi sta chiamando!!=D eheh!!
    da oggi ti seguirò con interesse se ti va di passare a trovarmi mi farebbem tantissimo piacere!!
    a presto buon pomeriggio vale

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia Fausta, quanto mi piace!!!!! Baci cara!

    RispondiElimina
  7. Fausta, semplicemente meravigliosa, brava! Anche se non sarà fedelissima all'originale, è comunque molto ricca e salutare, con la frutta secca e l'olio che fanno tanto bene... e poi, visto che è leggera, se ne possono mangiare anche due fette, no? Allora, per me, porzione doppia!!! Un abbraccio grande e complimenti come sempre!

    RispondiElimina
  8. @ Antonella: sì, conosciuto! Il tuo maggiordomo è veramente simpatico!
    @ Cielo, Lady, Mousse, Pasticcini, Speedy e Sara, grazie dei complimenti, se volete spedisco in tutta Italia (no, non è vero!)
    Un bacio a tutte e buona serata

    RispondiElimina
  9. ma sai che ero convinta che fosse una specie di strudel? così mi piace assai di più... devo segnarmelo!

    RispondiElimina
  10. Ciao Norma, forse hai confuso con la gubana?

    RispondiElimina
  11. Ciao Fausta! Il tuo blog è delizioso come i piatti che prepari! Complimenti di cuore carissima! Bacio grande e buon we!

    RispondiElimina
  12. quante delizie....complimentii

    RispondiElimina

Posta un commento