w

25 aprile 2011

tagliolini di primavera



Oggi propongo un piatto di pasta fresca; mi sono accorta che stava per scadere il contest di Marco "Sapori e colori del Mediterraneo" e mi sarebbe dispiaciuto non partecipare. Così, in fretta e furia, ho imbastito questo piatto per il quale mi sono avvalsa di quel bellissimo aggeggino che è la chitarra, acquistata circa tre anni fa nel negozietto di un paesino abruzzese di cui ora mi sfugge il nome. Vi dico subito che questo tipo di pasta prevederebbe l'utilizzo di farina di grano duro e di uova (fonte Wikipedia), ma io non amo tantissimo la pasta all'uovo per cui mi sono limitata a fare un semplice impasto di grano duro ed acqua. Poiché era la seconda/terza volta che la usavo, il mio modo di maneggiare la chitarra non è stato propriamente da "maestro"; ad ogni buon conto la pasta, in abbinamento alle verdure, tenute un po' croccantine, mi è piaciuta tanto e l'aggiunta di erbe aromatiche ha conferito profumo e sapore...
Una notiziola: domani me ne andrò girellando all'Euroflora di Genova; se riuscirò a scattare qualche foto decente uno dei prossimi giorni vi allieterò con un piccolo reportage.
Che con questa ricetta partecipo al contest del blog Primo piatto quasi fatto penso si sia capito.



Ingredienti (per 2 persone)
per la pasta:
200 grammi di farina di grano duro
acqua q.b.
un pizzico di sale
per il condimento:
un carciofo
una carotina
un cipollotto ed un po' di porro
qualche fava fresca
un piccolo zucchino
mezzo bicchiere di vino bianco (io Soave)
olio e sale q.b.
erbe aromatiche (basilico e maggiorana)
parmigiano grattugiato


Esecuzione:
impastate gli ingredienti per la pasta e lasciate riposare per un'oretta. Al termine tiratela col matterello, lasciandola leggermente spessa.
Tagliate dei rettangoli, appoggiateli alla chitarra e passate il matterello, premendo in modo che i fili taglino la pasta, che cadrà nel contenitore sottostante. Allargatela sull'asse e cospargete con un po' di farina.

Per il condimento: pulite tutte le verdure. Mettete il carciofo a bagno in acqua acidulata con succo di limone per evitarne l'annerimento. Tagliate il cipollotto ed il porro a rondelle, la carota e la zucchina a tocchetti poi a "julienne" piuttosto spessa. Sbucciate le fave e togliete anche la pellicina.

Stufate cipollotto e porro in olio e.v. d'oliva, poi unite il carciofo, sciacquato, scolato e tagliato a filetti e successivamente le altre verdure tenendo le fave per ultime. Sfumate col vino bianco, lasciate evaporare l'alcol e portate a cottura lasciando le verdure leggermente al dente. Regolate di sale.

Lessate la pasta per un minuto poi fatela saltare nella padella delle verdure.

Spegnete il fuoco, aggiungete una spolverata di parmigiano, cospargete con le erbe aromatiche tritate e servite.

P.s. le erbe aromatiche sono rimaste tutte sotto... nelle foto non si vedono, ma ci sono!

                     
   
                           
   

29 commenti:

  1. Mhhhhh Bella, fresca, profumata e buona. Brava cara

    RispondiElimina
  2. Un piatto invitantissimo!!! Complimenti tesoro, baci

    RispondiElimina
  3. Buonissimo e ultra primaverile. Trascorse buone feste ???? Un Bacino Angela

    RispondiElimina
  4. Bravissima mia cara, hai realizzato un piatto davvero invitante e pure bellissimo a vedersi! Spero tu abbia trascorso una serena Pasqua! :) un bacionee!

    RispondiElimina
  5. Un bel primo piatto semplice e leggero...veramente ottimo e bravissima con la chitarra!!!! Un baciotto!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao carerrrrima, splendidi tagliolini, davvero, con la mia farina, la chitarra, penso che volerebbe in testa al ciccio...uffaunpò! Divertiti domani, mi girano un pò le balle perderla anche questa volta! Fai tantissime foto! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Ciao Fausta, dopo le abbuffate di questi due giorni (che spero tu abbia trascorso bene) la tua chitarra è proprio quello che ci vuole, con tanti colori e tante verdurine! In bocca al lupo per il contest, aspettiamo il tuo reportage da Euroflora! Un abbraccio!
    P.S. Il nostro ultimo scambio investigativo ha suscitato non poca ilarità e curiosità, visto che buffo?

    RispondiElimina
  8. Que lindo llegó la primavera y aquí llegó el otoño frío,me llevo los tallarines de primavera se ve exquisitos y lindos con el colorido de las verduras,cariños y abrazos

    RispondiElimina
  9. ma proprio bello questo piattino, freso e leggerissimo. E la chitarra una caccavella che ancora mi attende, non ce l'ho ma provvederò presto. Il dente di leone... ci credi se ti dico che l'ho raccolto ieri per farci una foto ma... oggi era appassito e ne ho dovuto far a meno.
    Idee nell'aria, tutte da acchiappare, onore a chi arriva primo ;))

    RispondiElimina
  10. Una ventata di leggera brezza fresca e verdurosa che delizia il palato con sapori meno marcatamente pesanti... Salutare e perfetta per il post-Pasqua :)

    RispondiElimina
  11. Hai preparato un piatto dai colori e dall'aspetto fantastico :) La pasta con le verdure è quella che preferisco!

    RispondiElimina
  12. Buona la pasta fatta con la chitarra e leggero questo sughetto di verdure, l'ideale per ripartire dopo le abbuffate pasquali!
    Ma io vorrei sottolineare le foto e la tovaglia azzurro cielo con quelle piccole stelline, una vera delizia per occhi e palato, un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ma che bel piatto colorato!!magnifico!!complimenti!!buona giornata

    RispondiElimina
  14. Beh, per essere un piatto imbastito alla bell’e meglio direi che ti è riuscito alla grande. Mi piace il tripudio di colori e profumi narrante primavera, per non parlare dei tagliolini caserecci

    RispondiElimina
  15. Un bel piatto fresco e leggero. L'ideale per stare un po' leggeri dopo quest feste appena passate. La provero' sicuramente, ho bisogno di stare leggera. Baci e buona settimana! :)

    RispondiElimina
  16. cara innanzitutto auguri.... sono stata un pò latitante in questo periodo!!! e credo proprio che la cosa peggiorerà col tempo.... povera me!!! mi stupisce che tu non abbia indicato le erbe che hai utilizzato!!! che ci hai messo?? la chitarra è uno strumento fantastico e quasi geniale (in tutti i sensi) .... funzionamento talmente elementare da risultare addirittura banale!!! come ti invidio per l'euroflora!!! mi raccomando deliziati.... io mi sarei comprata l'impossibile!!! ma prima o poi!!!!

    RispondiElimina
  17. piatto delizioso fresco e gustoso davvero saporito e colorato mi piace tantissimo!!bacioni Imma

    RispondiElimina
  18. Ottima questa pasta, decisamente primaverile! Vengo a pranzo da te, ok? Bellissime anche le foto... kiss kiss

    RispondiElimina
  19. ma che bel piatto colorato e gustoso!! bravissima cara Fausta e in bocca al lupo per il contest, bacioni :XX

    RispondiElimina
  20. Aaahh ma Faustina!! Manco da qualche giorno e tu mi posti tutte queste ricettine sane e golose!!Dalla pasta ripiena di ricotta (sai quanto mi piace quest'ultima), alla torta cocco e ananas (sarà anche stata meglio con il latte di cocco, ma a me sembra buonissima lo stesso) a questa pasta fresca fresca che già sento sciogliere in bocca, tutto buonissimo!!
    Spero che tu abbia passato una serena Pasqua, un bacione cara!

    RispondiElimina
  21. Ciao, sono una tua nuova lettrice. ti faccio i complimenti per questi ottimi spaghetti e per le tue foto in generale, le trovo fresche e rilassanti, brava! tra l'altro concordo in pieno con te quando dici che non c'è niente di meglio dopo pasto di un buon caffè con un pezzetto di cioccolata, per me caffè amaro e cioccolata fondente (sarò già dolce di mio!). ciao

    RispondiElimina
  22. Bravissima, hai preparato un primo piatto davvero invitante, mi piacciono tanto anche i colori e la presentazione. Un bacio

    RispondiElimina
  23. Bellissima pasta, io la faccio solitamente con l'uovo, ma devo testarla assolutamente senza! Aspetto il tuo reportage!

    RispondiElimina
  24. Che bello questo piattino, molto fresco e con dei colori meravigliosi, davvero complimenti!

    RispondiElimina
  25. @ Angela, Menta: sì grazie...una bella pasqua!
    @ Patrizia: grazie (baciotto ricambiato)
    @ Tinny: e facciamola volare, allora! (povero ciccio!)
    @ Sara: la pasqua l'ho trascorsa bene e sono riuscita a non abbuffarmi più di tanto... ho visto lo scambio di battute, le nostre investigazioni vicendevoli suscitano sempre un po' di curiosità (tra parentesi: una persona che insegna, anche se sporadicamente, io la chiamo INSEGNANTE!) ciao
    @ Rosita: grazie e a presto
    @ Cinzia: la chitarra è un ballissimo strumento di cucina... anche se poi non lo si usa spessissimo! Quanto al dente di leone... la prima saresti tu! (la mia è salvia). Un bacio e a presto
    @ Marina: sottolinea pure... in realtà si trattava di un pezzetto di stoffa, stirato per l'occasione in modo che i bordi sfilacciati restassero racchiusi sotto. Però fa la sua figuretta... no?
    @ Antonella: no, dài, speriamo non peggiori... le erbette utilizzate sono maggiorana e basilico (quelle che io preferisco!). L'Euroflora? Ad avere un badget illimitato ci sarebbe da comprare di tutto!
    @ Kiara: ti aspetto!
    @ Sonia: grazie per gli auguri!
    @ Luana: ciao Lù... sei sempre davvero tenera... un bacione
    @ Laura: grazie per essermi venuta a trovare e per i complimenti! Quanto a gusti su cioccolato e caffè; sono perfettamente d'accordo! Uno fondente, l'altro senza zucchero! A presto!
    @ Donatella: grazie
    @ Mila: prova... a me piace molto di più... un baciotto
    @ Maria Luisa: grazie...
    ciao a tutti (tutte!)

    RispondiElimina
  26. mi piace questo piatto, sembra una foto della primavera e lo deve essere anche nel gusto!

    RispondiElimina
  27. Ciao Fausta, mi ero persa questo tuo piatto primavera, e allora torno indietro e lo 'assaggio'! sei stata bravissima con la chitarra, io mi ci sarei impiccata :-DD baci

    RispondiElimina
  28. Un piatto fresco e delicato. Complimenti per il blog. :)

    RispondiElimina