w

06 giugno 2011

fiori di zucca ripieni



Premessa: prima di leggere questa bella mappazza vi conviene leggere qui; se non ne avete voglia saltate a piè pari tutto il preambolo e fiondatevi direttamente sulla ricetta. 

Lei, la Speziale, è appena uscita dalle cucine, il mio regno, che già mi guardo intorno a cercare il bicerìn... caffè e cioccolato, ah che bevanda salutare! con l'aggiunta di un pochino di liquore (ebbene sì, sono io la vera inventrice di questa variante) va giù che è un piacere e ti snebbia il cervello.
Di essere snebbiato il mio ne ha proprio bisogno; bisogna che ce la metta proprio tutta per sopportare 'sta benedetta Corte Reale: Le Loro Maestà, i Principini, le Dame, il Segretario Particolare, la Speziale, le Cameriere ai piani, i Receptionists, il Portiere di notte e questo e quello... ebbasta! Pensare che ero persino riuscita a sganciarmi, per un breve periodo -periodo d'oro quello, passato a Paris a prendermi cura del mio localino in Rue Beaumarchais-, ma no! sono venuti a ripescarmi persino lì e a riportarmi indietro contro la mia volontà. Se penso che in Francia, solo pochi anni fa, ai Reali hanno mozzato la testa... Ah ma qui non se ne parla, eh? Non se ne parla proprio! Maestade di qui, Maestade di là, tutti a riverirli come se non fosse risaputo ed arcinoto che tutte quelle smancerie sono pure falsità.
Ed i Rampolli? Ma quanto non li sopporto! Principini viziatini che credono di poter fare ciò che vogliono. L'altro giorno ne ho rinchiuso uno in cantina... e lui ha avuto l'ardire di cominciare a tirare calci ed urlare, neanche lo stessi scannando! Che sfrontatezza! Se non fosse accorsa la Speziale, a mia difesa, a quest'ora un bel patibolo sarebbe bell'e pronto in piazza ad aspettarmi.
Per essere Speziale è speZiale davvero, quella ragazza. Sempre pronta a curare e raccogliere le sue piante officinali, a dosare e dispensare medicamenti... la sua scienza è al servizio di tutti e lei fa della sua professione un'arte. Ma possibile, dico io, possibile che non abbia ancora capito che quei bei mal di testa e mal di pancia, di cui soffre la Corte, Regina in primis, non sono così casuali? Non sono mica così ciuccia (asina n.d.r., il quale -redattore- si scusa per il frasario utilizzato da 'sta benedetta cuoca ignorante) da non saper fare il mio mestiere! Lo so fare eccome... ed è per questo, non esito a confessarlo con una punta di piacere perverso, che la Corte soffre molto spesso di disturbi digestivi (detto inter nos la Digitale fa miracoli, ma occorre non esagerare...).
Ecco, lei, la Speziale, se n'è appena andata lasciandomi in preda al panico (ora mi ingollo in altro bel bicerìn corretto, così, tanto per placarmi un po'..). "Stia attenta!" mi ha ammonito con quell'arietta da so-tutto-io "Altri problemi alla digestione come quelli di stamani e lei ci rimetterà la testa!" che presumìn... è quel "Lasci fare a me!" con cui s'è accomiatata che mi lascia un po' perplessa, che abbia capito? Che voglia denunciarmi? Avrà mica remenato la mia rumenta (maneggiato la mia spazzatura n.d.r., il quale -redattore- solleva gli occhi al cielo) alla ricerca di qualche indizio? Un altro bicerìn corretto doppio... hic...
Shhh... nascondo il bicerìn, sta arrivando qualcuno... Ah, eccola, ma è di nuovo lei, la Speziale, ma vaff... ma che vuole ancora da me, spaventarmi? Ancora?
Ha in mano una provetta e sorride sorniona. Oddìo, qualche prova a mio carico! Ha il compito di avvelenarmi! Sono finita! Mi si avvicina con quel ghignetto stampato in faccia mentre le mie mani cominciano a tremare ma all'ultimo ha uno scarto, solleva il coperchio di una pentola e versa il contenuto della boccetta.
"Ma quello è il pasto della Famiglia Reale!" esclamo inorridita.
"Appunto!" lei si gira sorridendo e mi guarda "Una mia nuova invenzione: l'ho chiamato Guttalax!"
Che dire? Un mazzo di fiori se lo merita davvero, quella santa donna.
Sì, un mazzo di fiori... di ZUCCA!


Vi lascio con i fiori di zucca ripieni "alla ligure" e poiché si tratta di una ricetta della mia tradizione familiare è con questa che voglio partecipare al contest di Sonia (La cassata celiaca)


Ingredienti (le dosi sono indicative e le proporzioni tra i vari ingredienti possono variare a seconda del gusto personale):
30 fiori di zucca
400 grammi di fagiolini
700 grammi di patate
5 cucchiai di parmigiano
120 grammi di mortadella
4 uova
una bella manciata di foglie di maggiorana (sarebbero indispensabili...)
sale q.b.
olio e.v. q.b.   

Esecuzione:
lessate i fagiolini e le patate, queste ultime con la buccia per evitare che assorbano troppa acqua.
Scolate, sbucciate le patate e schiacciatele con una forchetta. Frullate i fagiolini insieme alle uova, alla maggiorana ed alla mortadella.

Versate il composto in una ciotola, unite le patate ed il parmigiano, regolate di sale.

Pulite i fiori eliminando il fondo ed il pistillo centrale. Riempiteli con l'impasto preparato, possibilmente con un sac-à-poche (anche senza bocchetta finale), altrimenti con un cucchiaino.

Oliate leggermente una o più teglie, disponetevi i fiori ripieni ed infornate a 180 gradi per una mezz'ora. Si gustano preferibilmente tiepidi o freddi. Sono ottimi anche consumati il giorno dopo, pertanto è un piatto un po' laborioso ma "comodo".

La maggiorana è una la pianta aromatica, insieme al basilico, che più trova utilizzo nella cucina ligure. Conferisce ai ripieni un sapore particolare e sarebbe davvero indispensabile, ma piuttosto che non fare questa ricetta sostituite con origano.
Tenete presente che è un piatto completo e saziante; ne bastano 4-5 a testa per un secondo (accompagnato da pomodori o insalata) o 1-2 per un antipasto sfizioso.
 
                     
   
                           
   

46 commenti:

  1. Una ricetta gustosissima e invitante!!! Complimenti cara, un bacione

    RispondiElimina
  2. Ricetta incantevole e piena di gusto :)

    RispondiElimina
  3. ma è bellissima! grazie Fausta :) quello che precede la ricetta mi ha fatta troppo ridere!! tra te e la speZiale non saprei che pesci pigliare... bravissima e in bocca al lupo. Grazie e bacioni :X

    RispondiElimina
  4. Es una receta muy linda y exquisita,una flor muy delicada que queda muy elegante al cocinarla, ambas hierbas son muy aromáticas siempre las uso, sobre todo la albahaca ,chao fausta buena semana,cariños y abrazos.

    RispondiElimina
  5. non li ho mai fatti cosi...prendo nota...
    baci

    RispondiElimina
  6. molto "speziale" anche il ripieno ;), lo trovo fresco e adatto al caldo.
    Bella anche la presentazione, carissima, brava come sempre
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  7. Cara Fausta, ti/vi dirò..non leggo più le vostre ricette (tue e della "speziale") perchè mi perdo nei vostri "racconti" di corte....

    RispondiElimina
  8. Anch'io sono troppo presa da questi intrighi di corte....come ho già scritto anche alla Speziale!!I bicerin aiutano a sopportarla, vero??Mi fate troppo ridere!!:-))Baci e W i fiori di zucca!

    RispondiElimina
  9. Io faccio il tifo per te Cuoca!!!! Anche se la mossa del Guttalax è stata una genialata!
    Aspetto con ansia il seguito e mi rubo un fiorellino!

    RispondiElimina
  10. Cara Cuoca Reale, ho sempre saputo che sol una donna realmente in gamba sarebbe stata in grado di gestir cucine si tal agitate. Non me ne voglia, ma fui io a convincer Sua Maestà a richiamarvi a corte, non si tollerava che preparaste dolci maestosi per quei transalpini là. Accetto commossa i fiori avvisandola che nel cassetto in fondo, quello sulla sinistra della madia accanto alla finestra, troverete una scorta assai sostanziosa della mia nuova invenzion, Guttalax. Vi chiedo sol la cortesia, di distinguer con un fiore il mio piatto dalle vivande contaminate. Un cordial saluto...qualcosa mi dice che non finirà qui...

    RispondiElimina
  11. Ciao Fausta, come stai? Ottimo post veramente! Mia mamma cucina i fiori di zucca..io non li ho mai fatti, ma quest'anno sfiderò quelli della mamma con la tua ricetta. Baci

    RispondiElimina
  12. Molto buoni, io faccio di solito la versione veg senza mortadella, ma devo ammettere che ci sta ^-^ ciao!

    RispondiElimina
  13. mmmmmmmmmmm..buoniiiiiiiiiiiiiiii!

    RispondiElimina
  14. - Lady: grazie carissima, un bacio ed una buona serata anche a te
    - Letiziando: buoni buoni, davvero!
    - Mary: thank you
    - Sonia: grazie Sonia, sono contenta che ti piaccia... vediamo come va a finire questa storiella...
    - Rosita: grazie, un bacio
    - Sognando: non è una ricetta molto conosciuta, fuori dalla Liguria. Chissà perché... è così gustosa!
    - Cinzia: grazie Conzia, la ricetta è davvero godibile... con questo caldo
    - Accantoalcamino: 'sta cosa ci sta prendendo un po' la mano...
    - Amichecuoche: i bicerìn aiutano a sopportare... la Speziale!
    - Marcella: grazie Marcella... che dire? Quel gesto mi ha davvero spiazzato... quella santa ragazza ne sa una più del diavolo e sa come farsi voler bene! (pensare che a volte la strozzerei!)
    - Tinny: Orsù che mi dite! E' forse a cagione Vostra, allora, che mi ritrovo qui, costretta tra queste quattro anguste mura annerite dal fumo e dalla fuliggine, a sudare e faticare anziché trovarmi nella Città dei lumi, a godere di quel fermento che la scuote fin dalle fondamenta? Se Vi concedo il mio perdono (e badate, ho detto "se") sarà solo perché la Vostra invenzione mi piace assai; un tocco da Maestro, il Vostro, che merita rispetto e condiscendenza. Quel Guttalax, insapore ed inodore, mi abbisogna. Son Vostra schiava, fate solo che non me ne debba pentire o Vi sarà difficile sfuggire alla mia ira. Quanto al fiore, veh! vada per un fiore a distinguere il Vostro piatto e sarò magnani9ma anche se ne avrei ben donde ad usar un fiore di cicuta!
    - Ale: grazie Ale! Se sfiderai la mamma... puoi ben indovinare per chi tengo!!! Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  15. @ Cinzia: scusa... CInzia... mannaggia agli errori di battitura!

    RispondiElimina
  16. carissima Fausta, con un po' di calma, dopo aver messo a letto le belve, ho letto bene anche la storia della Speziale, troppo bella! quidi anche il tuo post ora l'ho capito!
    E tra l'altro è tutto il giorno che spignatto con caffé e cioccolato e altro per il tiuo gioco degli specchi.. magari verrò a Corte, in punta di piedi, a presentarlo ;) bacione

    RispondiElimina
  17. Ricetta deliziosa, mi stuzzica proprio tanto. Domani torno a leggere il post, ora ho fretta di andare a dormire ma sono troppo curiosa di leggerlo. A domani!
    Buona notte e sogni d'oro!

    RispondiElimina
  18. Fiori deliziosi con un delicato ripieno adatto per l'estate...da provare questa tua versione interessante!! Carinissimo il racconto...bacio!!!

    RispondiElimina
  19. Mi sono immersa (e persa) nel godibilissimo racconto reale, tra cortigiane, principini e damigelle varie!! Una menzione speciale però merita anche la voce fuori campo del Redattore che...me fa ammazzà! Brava Fausta!!
    Anche per i fiori ripieni che, qui a Roma, ho mangiato sempre solo ripieni di mozzarella e alici..ma questa variante deve essere davvero gustosa!
    Baci, buona giornata!!
    Ah no senti, volevo aggiungere un applauso scrosciante anche per quel bicerìn, corretto, che "snebbia il cervello"...semplicemente fantastico!!!!!
    Luna

    RispondiElimina
  20. Non vedo l'ora di trovare i fiori di zucca, qui da me ce ne sono sempre tantissimi, ma arrivano un pò più tardi...anche questa versione mi piace tanto, la terrò a mente ;)
    ciao loredana

    RispondiElimina
  21. Anche io sono una grande fan del caffé corretto (dalle mie parti lo chiamiamo cosi). Davvero troppo buono!!
    Otimi questi fiori di zucca. Li voglio fare da un sacco ma qui non li trovo....Buona settimana cara. bacioni! :)

    RispondiElimina
  22. - Cinzia: grazie per aver apprezzato il nostro racconto à deux, scriverlo è stato molto divertente (credo anche per Tinny). Chissà se ci sarà un seguito... Un grazie anche per aver utilizzato il tuo tempo prezioso per partecipare al mio giochino; aspetto la/le ricetta/e con molta curiosità
    - Franci: vediamo se ti piace...
    - Patrizia: grazie, un bacione
    - Luna: c'è mancato poco che il redattore non ammazzasse qualcuno (quella cuoca! Era davvero disperato. Ma sono riuscita a blandirlo ed a calmarlo... con un bel bicerìn)
    - Loredana: bene, aspettiamo, allora!
    - Kristel: ma il caffè corretto non è caffè con liquore? Qui c'è anche il cioccolato! Mi spiace per i fiori... fai un salto in Italia! Bacio

    RispondiElimina
  23. Complimenti per questa ricettina gustosa e buonissima,cara Fausta!Un bacione!

    RispondiElimina
  24. Deliziosi!!!! Li ho fatti pure io oggi, con un ripieno diverso, li posto domani, baci Fausta!!!!

    RispondiElimina
  25. Tra la Speziale e la Cuoca Reale, le vostre storie mi intrigano sempre di più.
    Gli intrighi di corte, al confronto sono storielle.
    Complimenti, siete simpaticissime!
    Deliziosi i fiori di zucca. Bellissime anche le foto!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  26. A noi, Cuoca Reale, la realtà è che la sostituta assunta, non mi soddisfaceva poi un granchè...Non abusate dell'invenzione, non voglio lavorar oltremisura, dosatelo con parsimonia e solo su coloro che lo meritano.
    Se aveste in programma un'ecatombe, gradirei mi avvisaste per tempo, sì abbia il tempo necessario a raccoglier le erbe antispastiche che occorerebbero a placar li crampi e li sguaragnaus. Un cortese saluto.

    RispondiElimina
  27. CHe buona la cucina ligure... e questi fiori..bellissimi!

    RispondiElimina
  28. Quanto possono essere buoni questi fiori ripieni??? ne ruberei uno!!! un bacione

    RispondiElimina
  29. Eh si, Fausta l'ho proprio preso da te il bannerino "premi? No grazie", scusami se non ti ho chiesto il permesso, mi rendo conto solo ora che avrei dovuto farlo :(
    Pardon, spero tu non me ne voglia ;)
    ciao loredana

    RispondiElimina
  30. noi in genere li farciamo con la ricotta, annoto molto volentieri la tua gustosa variante ligure :)

    RispondiElimina
  31. La variante ligure non la conoscevo, ma mi piace già tantissimo !! Mi sa che te la copio !
    Buona giornata

    RispondiElimina
  32. E qui c'è tutta la Liguria da levante a ponente! Appena il gelo permetterà alle mie zucchine (che dalle mie parti sono maschili "zucchini") di crescere e fiorire, tornerò a copiare :) Ciao!

    RispondiElimina
  33. E sciure cene (A Sanremo si chiamano così) sono troppo buone, ma bisogna farle in liguria, soprattutto con le trombette, per assaporare il loro vero gusto!Troppo campanilistica?! Naaaaa! bacioni!

    RispondiElimina
  34. una versione che non ho mai provato! come sempre sono molto suggestivi i tuoi post e le foto parlano da sole! complimenti cara, e in bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  35. che buoni i fiori di zucca! peccato che qui da me fatico a trovarli!anche al mercato del paese...nada!! mi segno la ricetta! baci e complimenti.

    RispondiElimina
  36. che buoooooooni! mia suocera li prepara spesso! complimenti, bravissima!

    RispondiElimina
  37. Non posso non farti i miei complimenti... che storia!!!!!!! I fiori di zucca non li ho mai ma proprio mai mangiati... questa versione m'ispiara! Un abbraccio cuoca reale!

    RispondiElimina
  38. Li adoro: oltre ad essere buoni sono anche bellissimi!

    RispondiElimina
  39. Non sarai un po' troppo birbantella? Certe piccole vendette però me le vorrei davvero prendere anche io. La tua speziale mi sta di molto simpatica ma non vorrei farla arrabbiare....Potrei supplicarti prona come una mendicante per un cincinin dei tuoi fiori di zucca che amemifannomorire in tutte le salse, especialmente fritti o ripieni e infilati in una torta salata, o anche nel risotto e nella pastasciutta, ma se fossanche possibile me li mangerei su una crostata ricoperti di marmellata di fichi (un'idea no?). Insomma, hai capito...non mi dilungo oltre! Abbraccione e scusa se non sono più passata...sono risucchiata da un'orda di clienti impazziti...altro che speziale! Bacione, Pat

    RispondiElimina
  40. interessante questa tua ricetta, davvero originale e sfiziosa, yum!

    RispondiElimina
  41. mi sa di fresco, e poi amo i fiori di zucca ed il pomodoro a dadini.....ci hai preso anche stavolta ahahhaha

    RispondiElimina
  42. - Lenia: grazie Lenia, un bacio
    - Speedy: che bello, aspetto la tua versione, allora!
    - Giovanna: grazie Giovanna, sono contenta che ti sia piaciuta la nostra storiella. Detto tra noi, quella Speziale un pochino strana lo è... secondo me coltiva anche altri "vegetali"
    - Tinny: assignora mia! Che sfrontatezza! Perdonate l'ardire ma vi chiedo: siete forse Voi che Vi curate delle assunzioni delle addette alle Reali Cucine? La Vostra presunzione mi indigna alquanto, che io sappia sono ben altri i Vostri compiti! Quanto alla Vostra invenzione, per la quale, quello sì, Ve ne sono tuttora grata, ne userò ed abuserò a piacer mio! L'unica garanzia che Vi concedo è che potrete dormir tra due guanciali; ne resterete immune.
    - Cinzia: grazie Cinzia... un bacio
    - Olga: ormai c'è poco da rubare! (anzi, niente!)
    - Loredana: ma stai tranquilla... non volevo dire questo! Un bacione
    - Gio: conosco la versione alla ricotta, anche cos' sono davvero buoni
    - Mascia: buoni davvero! Un bacio
    - Cielo: anch'io li ho sempre chiamati zucchini... poi mi sono abituata alla dizione più usata
    - Kà: Naaaa! Ma ad Imperia sono: sciure cine! Un bacio
    - Merjlou: grazie, buona serata
    - Sara: che peccato, ma ogni terra ha le sue specialità.
    - Le ricette: che brava la suoceraaaa
    - Marifra: dài provali, sono buoni! Parola di cuoca reale
    - Pips: grazie Pips! Felice di conoscerti e grazie per i complimenti
    - Pat: anche a me piacciono moltissimo! (però qull'idea della marmella di fichi...). Quanto aill'orda... ti presto la Speziale, saprà lei ben come trattarli!
    - Passiflora: grazie
    Ellie: grazie Ellie sei sepre davvero gentilissima. Buona serata

    RispondiElimina
  43. Fausta, resisticchio...ma è dura!
    Grazie di passare, mi fai sempre piacere
    Un abbraccio
    cinzia

    RispondiElimina
  44. :). Ottimo spunto per i fiori, sono tanto carini che quasi non mi viene da mangiarli(scherzo). Adoro la maggiorana sta vendendo proprio bene nel mio orto sul terrazzo. Buona serata!

    RispondiElimina
  45. Le mie zucchine ormai sono terminate ed i fiori ...purtroppo.....con loro!
    Però la ricetta è ottima ed anch'io da ligure la preparo naturalmente con qualche variante che rispetta la tradizione di famiglia.
    Il bello è proprio quello, tutte quelle piccole diversità che rendono ancor più"grande" e solida la trazione.

    Un saluto da una spotornese curiosa

    Fabiana

    RispondiElimina