w

14 novembre 2011

ciambelline al vino: un dolce scontato, però...

   
 
... però buono e poiché qualcuno mi ha chiesto di postarle eccole qui, senza pretese, nella loro semplicità un po' anonima. Anche per il dosaggio degli ingredienti non sono andata a peso, bensì a volume e questo la dice lunga. Tutte le preparazioni di pasticceria prevedono dosi ben precise (si dovrebbero pesare anche le uova) ma per queste possiamo "fare uno strappo". Veloci, facili e gustosissime, fatele se amate i dolci "scrocchiosi".
Io ho aggiunto uvetta, che purtroppo tende a fuoriuscire in cottura creando antiestetici "bozzi"; potete naturalmente ometterla, ma se la usate cercate di fare in modo che rimanga all'interno della ciambellina in modo che non bruci in cottura. La prossima volta voglio provare a sostituirla con nocciole spezzettate grossolanamente, magari sostituendo l'e.v.o. con olio di nocciole... il cambio mi ispira, vedremo cosa ne uscirà.

Ingredienti:
un bicchiere di vino rosso (di buona qualità) 
un bicchiere di uva sultanina
un bicchiere di zucchero
mezzo bicchiere di olio (io e.v.o. ligure, var. taggiasca)
farina q.b. (circa 4 bicchieri e mezzo)
un cucchiaino di lievito
qualche cucchiaio di zucchero semolato per rifinire



Esecuzione:
ponete tutti gli ingredienti in una ciotola, nello stesso ordine in cui sono indicati.
Per ultima aggiungete la farina, poca alla volta per non eccedere, e cominciate ad impastare.
L'impasto sarà pronto quando avrà assunto una consistenza simile ad una frolla morbida.
Spianate la pasta, dividetela a strisce e con queste formate dei filoncini che dovrete rotolare nello zucchero, tagliare della misura desiderata e chiudere a ciambella.
Mettete in una teglia coperta da cartaforno e cuocete a 180 gradi fino a coloritura.


                     
   
                           
   

26 commenti:

  1. IO le ciambelline al vino non le ho mai mangiate...nè fatte! E guarda cosa mi son persa!? Anche se semplici non sono affatto scontate, sono deliziose!

    RispondiElimina
  2. Ma che scontato. Sei matta? Io le adoro e quando mia madre me le fa, una tira l' altra, peggio dei cantucci. Sono semplici, modeste ma il sapore e' cosi' buono che mi ricorda l'infanzia. Io a volte ci metto i semini di anice, mal'idea dell'uvetta mi sconfinfera assai e penso che la provero' presto. Ti mando un bacio cara, e grazie per la tua sempre morbida e calda presenza. Bacio, Pat

    RispondiElimina
  3. Per me in cucina nulla é scontato e queste ciambelline deliziose non lo sono affatto io ne mangerei a quintali :-) buona serata cara baci

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono da morire!!! Anche io le faccio ma con il vino bianco e senza lievito...ottima la tua versione con l' uvetta e da provare!!! Un bacione cara!!!

    RispondiElimina
  5. Mmmm adoro quei bozzi sgranocchiosi! Che meraviglia! Io non li ho mai fatti...ci proverò quanto prima!
    Baci!

    RispondiElimina
  6. Anche per me sono una novità, e sembrano proprio croccanti e deliziose e le nocciole mi sembrano proprio una bell'idea, magri le provo così.
    Baci

    RispondiElimina
  7. mica tanto scontati mia cara!
    a me la prima volta sono venuti uno schifo :))
    annoto volentieri anche la tua variazione
    buona serata

    RispondiElimina
  8. Sono semplici eppure hanno quel sapore che poi resta nella memoria, buona giornata
    loredana

    RispondiElimina
  9. Uno di quei dolcetti veloci e buonissimi, altro che scontati!
    le faccio anche io così, ma senza lievito e con 1 cucchiaino di cannella.
    Da, sì fai la prova con le nocciole: pure quelle devono essere meravigliose.
    Brava fausta!!!
    Baciotti, buona giornata

    RispondiElimina
  10. Beh allora è evidente che io non sono per niente esperta visto che come quantità metterei "q.b." ovunque!! :-D
    Mio suocero fa il vino, e ho già in lista da provare dei biscotti al vino..aggiungerò anche le tue ciambelline..così si gaserà un sacco! :-D
    Bacio carissima!

    RispondiElimina
  11. Quando li rifarò ci metterò l'uvetta (ti convesso che l'uvetta sbruciacchiata è una mia passione, di solito spilucco tutto il panettone!)Un bacio

    RispondiElimina
  12. quanto mi piacciono le ciambelline al vino! complimenti, le tue sono speciali! baci :)

    RispondiElimina
  13. Dopo le crostate sono i dolci che ho mangiato più spesso a casa. Con le uvette non l'ho provate.

    RispondiElimina
  14. Quanto mi piacciono i dolci scontati... li adoro! E tu li fai in maniera sublime, quasi magica! Un bacione Fausta!

    RispondiElimina
  15. ma mi stavo perdendo le ciambelline al vino!!!!!!
    anche a me piace l'uvetta sbruciacchiata.
    bacioni

    RispondiElimina
  16. A me così scontate non sembrano, io non le avevo mai sentite nominare :) per cui ben venga che tu le abbia proposte :)
    Buon aserata!

    RispondiElimina
  17. Un dolce di una bontà unica!! ;-) Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  18. Cara Fausta, ho letto attentamente il tuo post, in cerca di qualcosa di scontato, ma non l'ho ancora trovato... Se non sono in svendita al supermercato non vedo perché dovrebbero essere scontati!! Mi piace come hai usato questi ingredienti, e come hai confezionato questi dolcetti con i bellissimi spiedini (che io non riesco a trovare da nessuna parte qui in zona...), peccato non poterli assaggiare in diretta! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. Non le ho mai fatte, la presentazione è molto bella e le ciambelline molto invitanti!!!
    Baci

    RispondiElimina
  20. hANNO UN ASPETTO DELIZIOSO...IO LI ADORO...CON L'UVA SONO ANCORA PIU' ORIGINALI!!!!BUONA VITA E BUONA CUCINA

    RispondiElimina
  21. che belli i tuoi biscottini, anche io li faccio con il vino rosso ma metto anche cacao e al posto dell'uvetta scaglie di cioccolato, o noci o canditi a seconda di come mi prende sul momento. baciotti

    RispondiElimina
  22. CHE PRELIBATEZZA QUESTI BISCOTTINI COMPLIMENTI TI SEGUIRO

    RispondiElimina
  23. ahaaa! ma le hai fatte anche tu..!
    però con l'uvetta forse sono anche puù gustose :)

    RispondiElimina
  24. Le ho fatte la scorsa settimana con una ricetta molto simile ma oltre all'uvetta ho messo le nocciole tritate!!! uno spettacolo!!! ho fatto anche la versione con il cioccolato fondente a pezzetti al posto dell'uvetta per mio marito ma io preferisco decisamente l'uvetta!!!!! Bellissima la presentazione complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Giada! Belle le tue variazioni; le proverò, perchè anch'io adoro queste ciambelline rustiche e molto molto gustose e "crocchiose"... Ciao

      Elimina