Passa ai contenuti principali

"Mac"... o Simili...


... insomma panini da hamburgers, ma senza hamburgers.
Volevo provare a fare dei panini morbidi morbidi, come quelli che si trovano avete-capito-dove, ma certo molto più sani.
In internet cerco e ci sono ricette per tutti i gusti, molte delle quali prevedono almeno un uovo nell'impasto. Un po' perplessa controllo al super le etichette degli analoghi prodotti confezionati: di uova neanche l'ombra.
Alla fine mi affido a loro, le solite, mitiche, sorelle Simili.
Insomma, ho fatto un po' di adattamenti, cominciando dal fatto che nel loro libro la ricetta che cercavo non c'era. In compenso ho trovato quella dei panini al latte che mi sembravano così perfettamente adattabili...
Si tratta di un impasto indiretto e devo dire che mi aspettavo qualcosina di più, da una doppia lievitazione.
Ad ogni modo buoni lo sono, belli anche, morbidi pure anche se non proprio come "quelli veri", tanto che posso tranquillamente lanciarmi ad affermare: esperimento riuscito.


Non spaventavi per l'apparente complessità della preparazione, la realtà è ben diversa.
Io ho sostituito lo strutto con olio extra. Lo so, una vera bestialità per qualcuno; ma che ci posso fare? Sono fatta così...  


Ingredienti (per 8/9 panini medio-piccoli)
per la biga:
60 grammi di farina
37 grammi di acqua
un grammo di lievito

per l'emulsione:
30 grammi di olio  e.v.o.
10 grammi di zucchero
10 grammi di acqua

per l'impasto:
la biga preparata in precedenza
l'emulsione preparata in precedenza
300 grammi di farina
150 grammi di latte circa
7 grammi di sale
10 grammi di lievito di birra
semi di sesamo e latte per decorare


Esecuzione:
la sera precedente preparate la biga impastando tutti gli ingredienti. Lasciate riposare tutta la notte (circa 9 ore).
La mattina successiva preparate l'emulsione battendo insieme l'olio, l'acqua e lo zucchero finché quest'ultimo non si sarà sciolto almeno in massima parte.
Preparate la fontana con la farina ed al centro versate il latte, il lievito e la biga. Amalgamate brevemente per sciogliere biga e lievito poi aggiungete il sale e l'emulsionato.
Lavorate bene per diversi minuti (a mano o con un'impastatrice) poi mettete a lievitare al coperto per un'ora e mezza.
Riprendete l'impasto, sgonfiatelo leggermente, suddividetelo un porzioni di pari peso e con ognuna di esse formate dei bocconcini tondi utilizzando la tecnica delle "pieghe del secondo tipo" (questa, per intenderci).
Disponete distanziando sulla teglia coperta da cartaforno, spennellate la superficie con un po' di latte (o acqua) e cospargete qualche seme di sesamo.
Lasciate lievitare fino al raddoppio e cuocete in forno caldo a 200 gradi per 15 minuti circa.
Una volta raffreddati si possono congelare. 
    
  

Commenti

  1. Fantastici i panini iso Mac... L'altro giorno ne parlavo con Fab e dicevo che sabato prossimo voglio provare a fare il pranzo Mac a casa e questi panini mi capitano a fagiolo (con te vado sul sicuro!). Un bascio!!

    RispondiElimina
  2. Fantastici i tuoi panini... Le foto descrivono perfettamente la riuscita della ricetta.

    RispondiElimina
  3. Anche io leggo e rileggo questa ricetta delle Simili, ma non ci ho ancora provato, non dubitavo della riuscita, così come non dubito della tua maestria! ;)

    RispondiElimina
  4. Ciao... ti ho trovato per caso girellando per il web! complimenti per questi panini e per le tue foto! ti seguo

    RispondiElimina
  5. No, non mi spavento per la preparazione...
    1) che cos'è la biga?
    2) che cos'è la piega del secondo tipo,(conosco solo gli incontri ravvicinati del terzo tipo)
    3) tra gli ingredienti mi è sembrato mancasse l'estratto di polistirolo e l'aroma di plastica, altrimenti che Mac è?
    Naturalmente scherzavo....io per questi panini valicherei monti e attraverserei fiumi ( anche d'inverno se necessario) e verrei a cena da te. Problemi? Impegni? Ah si ?! me lo dicevi prima, era più facile andare al Mac più vicino.
    Baci :) :) :)

    RispondiElimina
  6. sto cercando la "ricetta perfetta" da un po' e devo dire che non c'è niente da fare lo strutto ci vuole; però sono d'accordo con te le uova no! devo trovare il tempo di scrivere la ricetta e posterò la mia versione:-)

    RispondiElimina
  7. Capisco intanto la sostituzione anche io sono così :) però sono davvero perfetti ! Li avevo fatti una volta ma effettivamente c'è l uovo , come sempre mi dai delle belle ricette da provare :) e non mi spaventa il lavoro anzi molte volte mi rilassa !
    Baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  8. Maddai non ci credo... anche io ho prodotto mc domestic deluxe ieri !!! proverò la tua e posterò la mia versione. baci

    RispondiElimina
  9. eccoli qua i tuoi panini, deliziosi devo dire, come ingredienti assomigliano molto ai miei anche se io ho usato burro e strutto, però la prima lievitazione, biga, nel mio caso è stata molto più breve perchè avevo già messo tutto il lievito.. comunque l'aspetto è ottimo e sicuramente anche il gusto!!
    ps. anche io ho usato una base di panini al latte!! bacioni

    RispondiElimina
  10. f-a-v-o-l-o-s-i è dire poco!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. mamma che delizia, altro che fast food!

    RispondiElimina
  12. Ciao Faustidda!! Io pure sono riluttante allo strutto e ben venga l'olio! Morbidi buoni e sani, altro che Mac!!
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  13. Faustidda carissima questi panini, soprattutto perché senza uovo, sono preziosi, anch'io ne ho fatte varie versioni, non mi perderò questa, anche perché l'impasto indiretto lo uso poco ed approcciarlo sarà sempre fonte di insegnamenti per me
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Faustidda !!! Non puoi farmi venire fame a quest'ora..sono troppo belli..sembrano così soffici..
    Un abbraccio !
    p.s. non ho mai utilizzato lo strutto..quindi, ben venga l'olio :)

    RispondiElimina
  15. Fausta , io vedo pane e mi devo lanciare a provare subito! I tuoi panini sono bellissimi e le foto..un incanto!

    RispondiElimina
  16. Sono perfetti, chissà che buoni! Voglio provarci anche io!!!

    RispondiElimina
  17. Beh, l'aspetto non lascia dubbi sulla loro bontà!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  18. preferisco mille volte i tuoi simili agli originali gommosi e anche il tuo ripieno e mille volte meglio!
    bellissime le foto complimenti !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  19. E le patatine fritte??
    E' proprio vero che quando il servizio scarseggia...

    RispondiElimina
  20. A guardarli, direi che l'esperimento è proprio riuscito!

    RispondiElimina
  21. No, no...non mi spavento per l'apparente complessità, solo poche domande:
    1) Che cos'è la biga?
    2) Cosa intendi per piega di secondo tipo? Mi vengono in mente solo gli incontri ravvicinati del terzo tipo.
    Poi ...nella lista degli ingredienti ho visto che mancano il polistirolo e l'aroma di plastica che fanno di ogni panino un Mac. Dimenticanza?
    detto questo, detesto i Mac e simili, ma per i tuoi sandwiches scalerei montagne e attraverserei fiumi in piena, o quasi. Bravissima.
    Baci

    RispondiElimina
  22. Ma che bontà!!!! Adoro i panini con l'hamburger e con i wustell, sia io che le mie figlie... e questa è veramente una ricettina ad ok....sei sempre strepitosa...ummmmm a prestissimo e un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  23. Lo sai che io sono una di quelle a favore dello strutto, vero? Però ti perdono perché devo ammettere che questi simil-mac sono davvero invitanti e hanno l'aria di essere leggeri e gustosi. Insomma assolutamente da rifare, brava che non sei altro ;) Un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Secondo me sono meglio di "quelli veri", e a giudicare dai morsi è proprio così. Bravissima, sono anche molto belli da vedere. Un abbraccio cara Fausta, era un po' che non passavo perchè manco dalla rete da un po', sono contenta di essere tornata a trovarti.

    RispondiElimina
  25. In un McDonald's non ci sono mai entrata e mai lo farò! Piuttosto digiuno. Ma un panino così me lo sbaferei senza pensarci due volte. Anzi due sì...nel senso che penso al bis :) Ma come le hai sistemate chic"ose" quelle fette di tacchino? L'ultima foto è bellissima. Baciotti

    RispondiElimina
  26. Sono bellissimi, fanno proprio venir voglia di mangiare un bel panino!!!
    Un bacio e buona serata.

    RispondiElimina
  27. se sono delle sorelle simili.. garanzia assicurata... sono davvero bellissimi e molto piu invitanti del mac :) grande risultato!!!! a presto

    RispondiElimina
  28. Ciao carissima Faustidda(ero convinta di aver già commentato) ma quante volte devo dirti che sei
    SUPER BRAVA!!!
    Però ha ragione la Tinny ti sei dimenticata le patatine e la bibita gassata!!!!
    Le foto come sempre sono favolose quanto i panini
    Bacioni

    RispondiElimina
  29. esperimento riuscito alla grande,Fausta!!!sono bellissimi,questi panini!!ho anch'io il libro delle sorellone,a cui fai riferimento,ma finora,ho realizzato sempre la solita ricetta...la frolla n° 2...ahahah in relata',mi aspettavo molte piu' ricette,con il lievito madre..anch'io non amo molto lo strutto..ma pare che i tuoi panini,non abbiano per niente risentito di tale omissione..anzi!!complimenti di cuore,cara e felice weekend!!un bacione^;*

    RispondiElimina
  30. I tuoi panini sono super Fausta!! Bravissima davvero! Le sorelle Simili sono un'ottima guida :-)

    RispondiElimina
  31. L'aspetto è fantastico, complimenti:) sono sempre alla ricerca di nuovi panini da sperimentare.. questi entreranno senz'altro nelle ricette da provare.. grazie:*
    Buona serata:*

    RispondiElimina
  32. L'aspetto è sicuramente da 10 e lode! Per il sapore mi affido al tuo giudizio... purtroppo non si riesce ancora a mordere lo schermo (e questo sì che è un vero peccato!).
    Io non riesco a mettere lo strutto negli impasti, mi rifiuto anch'io come te... e la stessa perplessità ce l'ho per il tuorlo d'uovo nell'impasto del pane. Ma siamo sicuri!?! Boh, mi sembra proprio tanto strano!! Io nel fine settimana ho preparato dei panini all'olio che avevano il tuorlo nell'impasto, ma sembrandomi troppo strano l'ho tolto... e direi che non se ne è accorto nessuno... :-)
    Un bacione cara.

    RispondiElimina

Posta un commento