Passa ai contenuti principali

falafel di piselli freschi


Primavera, ovvero, stagione di fave, piselli, asparagi... insomma, il risveglio della natura arriva anche in tavola, e devo precisarlo? Sono tutte verdure che mi piacciono moltissimo.
Dunque solitamente ne compro a vagonate, con tutto quel che comporta. Se le fave si sgranano al momento, mentre in tavola è già pronto il tagliere con salami e pecorini (e se possibile anche una bella teglia di focaccia appena sfornata... o magari di pizza bianca romana), gli asparagi, ma soprattutto i piselli, un po' di lavoro lo prevedono.
Quelli che ho comprato l'altro giorno erano teneri e dolci, davvero buoni, e ho deciso per un piatto total-green, ma soprattutto veloce: dei falafel di piselli.
Mi ha sempre lasciato un po' perplessa il fatto che in quelli tradizionali, di fave o ceci secchi, i legumi debbano solo essere ammollati per qualche ora e poi frullati, senza cottura. Ma non sono un po' indigesti? Non so, in Medioriente li mangiano, quindi probabilmente la risposta è No, in ogni caso con i piselli freschi problemi non ce ne sono, visto che si possono tranquillamente consumare anche crudi.
A parte la rapida sbollentatura che preserva la tinta verde brillante, avrete solo da mettere tutti gli ingredienti nel tritatutto, azionarlo, e il gioco è fatto.
Potete scegliere di cuocerli al forno, di friggerli, oppure passarli sulla piastra. Io li ho fatti in queste due ultime versioni e devo dire che la mia preferenza va alla piastra, perché se non sono ben compatti (o se si usa troppo olio) in frittura rischiano di disfarsi; inoltre tendono ad attaccarsi alla padella.
Per completare con un tocco di Medioriente accompagnate con salsa tahini, ma se non l'amate eccessivamente, come me, sarà perfetta una crema a base di yogurt aromatizzato con erbette fresche oppure con un po' di burro di mandorle e succo di limone. Provateli anche con il pesto alla genovese!



Ingredienti (per una dozzina di piccoli falafel):
250 g di piselli freschi già sgranati
2 cucchiai di farina di ceci 
la parte verde di un cipollotto fresco
uno spicchio d'aglio
un ciuffo di prezzemolo
5 foglie di menta fresca
2 cucchiaini abbondanti di semi di sesamo
un cucchiaino di semi di nigella
1/2 cucchiaino di semi di coriandolo
peperoncino a piacere
sale q.b.
olio extravergine d'oliva q.b.



Esecuzione:
sbollentate i piselli per un minuto o due, poi scolateli e passateli in acqua fredda per fermare la cottura (sbianchitura).
Una volta raffreddati completamente asciugateli, poi passateli nel tritatutto insieme alle foglie di cipollotto tagliuzzate grossolanamente, allo spicchio d'aglio pelato e tagliato in quattro, ai semi di coriandolo, alle foglie di prezzemolo e a quelle di menta.
Frullate, fermandovi di tanto in tanto per smuovere le verdure, finché non avrete ottenuto un trito omogeneo anche se non finissimo.
Spostate in una ciotola e unite la farina di ceci, i semi di nigella e di sesamo.
Amalgamate e regolate di sale e peperoncino.
Lasciate riposare il composto per mezz'ora, poi formate delle palline compattandole bene con i palmi delle mani.
Appiattite leggermente i falafel, oliateli appena e cuoceteli su una piastra già scaldata, voltandoli una sola volta non appena avranno preso colore da un lato. 
Nel caso vogliate friggerli - e, ammettiamolo, il fritto è sempre più goloso! -, fatelo in una padella antiaderente e con poco olio ben caldo; no all'olio profondo altrimenti si disferanno. Prestate anche attenzione quando li girate perché sono molto delicati.
Servite i falafel caldi accompagnando con insalata mista e salsa tahini (crema di sesamo già pronta a cui avrete aggiunto succo di limone e aglio tritato) oppure yogurt intero naturale aromatizzato con un mix di erbette fresche (erba cipollina, menta, basilico ecc), o ancora con yogurt, succo di limone e crema di mandorle.  
Ci sta molto bene anche un bel pesto fatto in casa.


Commenti

  1. Mi piace come idea. Da provare.

    RispondiElimina
  2. Che belle Fausta e che bella atmosfera primaverile e fresca! Troppo buoni questi profumi, vedrò di trovare i piselli freschi e di farle, queste piacciono proprio a tutti da me!! Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Effettivamente il fritto è sempre buono, ma così sembrano squisiti lo stesso!!!!

    RispondiElimina
  4. ma che bbbuoniiiiiiiiiiiiiii e che belliiiiiiiiiiiiiiiii!
    sti qua li faccio... pure io adoro piselli e asparagi, fave un po' meno...
    in effetti anche a me danno l'idea di "indigesto" se pensati fatti col legume secco crudo, anche se forse l'ammollo li digerisce un po'.. boooooooooh!
    questi però.... spaccano.. me sa che io li inforno...!
    yeaaaaa!!
    baci baci baciii!
    Manu

    RispondiElimina
  5. colori brillanti e accattivanti per un piatto imperituro...e poi che foto ragazza, che foto! un bacione

    RispondiElimina
  6. Ciao Fausta, liete di approdare al tuo blog. Ricambiamo la visita con vero piacere!
    i falafel? noi li adoriamo!

    RispondiElimina
  7. Da rifare assolutamente, impazzisco per i pisellini freschi!
    Queste foto con il verde brillante su un bianco luminoso sono irresistibili, che brava che sei❤

    RispondiElimina

Posta un commento