Passa ai contenuti principali

caffè speciali: castagne mon amour


Oggi mi sento un po' come il Bianconiglio di Alice... presto che è tardi! Presto che è tardi! 
Quindi - beati voi - vi grazio e la faccio breve.
Ho cercato di mettere in pratica alcuni suggerimenti di gestione luci/ombre, appresi ad un bel corso di food photography organizzato dall'AIFB (chi fosse interessato potrà andare sul sito dell'Associazione), tenuto sabato scorso a cura del fotografo Paolo Picciotto.
Paolo è davvero bravo, non solo nell'arte fotografica, ma anche nelle spiegazioni, chiare ed esaurienti. 
Occorre che faccia ancora parecchia strada, ma, come si dice? non si nasce imparati. In compenso, già che c'ero, mi sono divertita un po' anche con la postproduzione dando alla mia asse grigia un tocco di verde/blu, che mi piace tanto  :) .
Credete che abbia fatto tutto questo solo per esercitazione?
Vi rispondo: sì, sì sì... e sento già il naso che cresce ;)
Va bene, lo ammetterò, ogni scusa è buona per preparare e godersi un caffè speciale come questo (castagne mon amour... appunto).



Ingredienti (per ogni tazzina):
caffè non zuccherato (2/3 dita in una tazzina)
crema ai marroni*
un paio di piccoli marrons glacés (qui la mia ricetta)
cannella
cacao amaro
*per la crema ai marroni:
150 gr di ricotta di pecora
75 gr di marmellata di marroni di ottima qualità


Esecuzione:
passate a setaccio la ricotta o lavoratela molto bene con una forchetta in modo da renderla il più cremosa possibile. Unite la marmellata e amalgamate. 
Aromatizzate il caffè con la cannella in polvere; per la quantità regolatevi secondo il vostro gusto.
Preparate il vostro piccolo dessert versando il caffè in una tazzina e completando con una bella dose di crema alla ricotta e marroni, spizzata da un sac à poche, qualche pezzo di marron glacé ed una "spruzzata" di cacao amaro.
Godetevi il tutto in santa pace.

La crema ai marroni è ottima anche così com'è, come dessert "veloce" da fine pasto. Basterà cospargerla con un po' di cacao e accompagnarla con dei biscottini sottili, magari home made. Se calorie e colesterolo non vi fanno paura potete sostituire parte della ricotta con panna montata; vi assicuro che è una vera goduria.    



Commenti

  1. No vabbe, io già amo alla follia il caffè da un lato e le castagne dall' altro...figuriamoci la felice unione tra i due!! Caspita faustidda, che bevanda meravigliosa!
    Ti mando baci, mentre mi affretto a salvarmi la ricetta.

    RispondiElimina
  2. Cioè il bicchierino è un capolavoro e le foto sono stupende!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  3. Io sono quella che non beve caffè "puri" ma può impazzire davanti a caffè "rinforzati", cremine varie, gusti, aromi... la crema di marroni è una delle mie tentazioni più grandi e quindi puoi immaginare con quali occhi accesi io ti abbia letta e abbia visto le tue foto tutte da gustare!
    :-)

    RispondiElimina
  4. Paolo è davvero bravo e dotato di una pazienza e capacità di comunicare incredibile ma lo sai che questa giornata resterà nei miei ricordi anche -soprattutto- per un altro motivo... Un abbraccio gigante!

    RispondiElimina
  5. no ma va! oltre alle marmellate pure i marron glacés sono fatti in casa! ottimo esercizio, e immagino lo sforzo per dover consumare questo squisito caffè!

    RispondiElimina
  6. Questo caffè è da paura, le foto sono super ma.....erano super anche prima, perchè tu sei bravissima!!!

    RispondiElimina

Posta un commento